L'isola non trovata

....appare, a volte, avvolta di foschia, magica e bella, ma se il pilota avanza su mari misteriosi è già volata via, tingendosi d'azzurro, color di lontananza...

Il blog è il diario delle mie escursioni in kayak: da solo, con mia moglie o con vecchi e nuovi amici...perchè quando sono stufo delle autorità costituite prendo il largo e me ne vado in posti bellissimi e in altre storie...

martedì 22 aprile 2014

L'area marina protetta di Portofino: da Rapallo a San Fruttuoso e ritorno

Con Andrea grande escursione nell'area marina protetta di Portofino, con partenza da San Michele di Pagana, in prossimità di Rapallo, arrivo a San Fruttuoso e ritorno, per circa 22 km di navigazione.
Il percorso è molto probabilmente quanto di più bello e appagante si possa fare in kayak lungo la costa ligure. Scogliere mozzafiato, acque limpidissime, ville monumentali, grotte.
Arrivare in kayak a San Fruttuoso dove sorge l'antica abbazia sorta nell'anno mille e raggiungibile solo via mare o via terra tramite trekking, è qualcosa di spettacolare, così come altrettanto libidinoso è entrare con i nostri piccoli kayak nella famosa ed esclusiva Portofino, tra velieri trialbero di trenta metri e preziosi motoscafi cabinati.
A San Fruttuoso tra turisti arrivati via barca navetta e trekker affaticati dal lungo avvicinamento incontriamo Piero del canoa club Rapallo che, a 70 anni suonati, sbarca da un Qajaq Sardinia senza salvagente e senza paraspruzzi. Ci racconta di aver circumnavigato la Sardegna in kayak da solo, pochi anni prima. Alla faccia. Complimenti.
Allora è proprio vero che andare in kayak fa bene alla salute.

San Michele di Pagana
 arrivo a San Fruttuoso
 compagni occasionali e il Sardinia di Piero
trasparenze
 acque blu
 acque verdi
 pagaiatore crocefisso
grotte
la costa lontana
paradiso?
Portofino

Nessun commento:

Posta un commento

Post più cliccati