L'isola non trovata

Il blog è il diario delle mie escursioni in kayak: da solo, con mia moglie o con vecchi e nuovi amici...perchè quando sono stufo delle autorità costituite prendo il largo e me ne vado in posti bellissimi e in altre storie...

lunedì 9 gennaio 2017

Ramona: impossible is nothing

E' il 2001 quando Ramona, per colpa di un incidente in moto, subisce la paralisi totale del plesso brachiale destro.
Dopo diversi interventi chirurgici e tanta riabilitazione riesce a recuperare la mobilità parziale del braccio, ma non ad utilizzare la mano e ha una totale insensibilità dell'arto.
Ma non si arrende.
Dopo anni di nuoto con la Polisportiva Gioco di Parma si mette in testa, da irriducibile lottatrice qual è, di andare in canoa e scendere fiumi.
Con questa disabilità agli arti superiori la prova è davvero al limite dell'impossibile, in canoa si erano viste solo persone con problemi agli arti inferiori ma mai alle braccia o alle mani.
Quando l'ho conosciuta io ci stava provando, ma lo sconforto sembrava prendere il sopravvento.
Sembrava davvero una prova troppo grande, anche per una tosta come lei.
Fino a quando non ha incontrato l'amico Daniele Cozzini, esperto canoista, allenatore, spericolato discesista di fiumi e torrenti nonchè noto medico dello sport. Daniele ha lavorato con Ramona per oltre due anni, con pazienza, metodo e senza mai scoraggiarsi di fronte alle difficoltà.
Ha costruito intorno a Ramona un pool di professionisti e, dopo diversi tentativi, ha inventato, insieme ai collaboratori, un tutore con sgancio rapido che rende la mano destra di Ramona solidale con la pagaia. Dopo decine e decine di ore passate in piscina a provare e riprovare i movimenti ora Ramona riesce a pagaiare agevolmente, è scesa in completa autonomia da diversi fiumi, compresa la Dora Baltea a Ivrea, esegue l'eskimo con naturalezza, cosa che molti canoisti senza problemi fisici non sanno fare.
Il video realizzato da Daniele, vincitore del premio alla rassegna cinematografica organizzata dal Cus Milano "La canoa esplora il mondo" 2016, racconta come si è arrivati a questi sorprendenti risultati.
Ramona si candida, se la federazione e la burocrazia lo permetteranno, per le paraolimpiadi di Tokyo 2020.
Se è vero, come dice Mark Rowlands (Il Lupo e il Filosofo) che gli uomini si dividono in scimmie e lupi: meschine, calcolatrici e vendicative le prime, quanto nobili, aerei e capaci di opporsi ringhiando alla vita quando questa decide di inchiodarti al terreno, i secondi, allora Ramona e Daniele sono sicuramente lupi.
E' una bella storia, una storia di reazione forte e determinata alle difficoltà della vita, è una storia di amicizia e solidarietà, è una storia di impegno gratuito in un'epoca dove tutto per forza deve avere un prezzo. 
E poi..davvero, a volte,  i limiti sono solo nella nostra testa.

Nessun commento:

Posta un commento

Post più cliccati