L'isola non trovata

....appare, a volte, avvolta di foschia, magica e bella, ma se il pilota avanza su mari misteriosi è già volata via, tingendosi d'azzurro, color di lontananza...

Il blog è il diario delle mie escursioni in kayak: da solo, con mia moglie o con vecchi e nuovi amici...perchè quando sono stufo delle autorità costituite prendo il largo e me ne vado in posti bellissimi e in altre storie...

mercoledì 18 settembre 2013

Nelida's song

Questa poesia ben incarna lo spirito di soundofkayak esprimendo in modo perfetto l'incanto dell'incedere in kayak:

Pagaiate leggere sul mare calmo
all’alba di un intenso giorno di gioia

sul livello dell’acqua fiorita
segni di cerchi concentrici
isole comunicanti della mia vita

compagni di viaggio gabbiani vocianti
e argentei latterini saltellanti a dritta

verso castelli di principi fucilati
principesse impazzite d’amore
e dame bianche annegate di disperazione

la vasca infinita di splendidi riflessi solari
mi riempie i polmoni d’amore salato

di castello in castello remando
tra collane di mitili appesi su botti galleggianti
m’infilo rigonfia d’immagini tridimensionali

a livello del mare attraverso rocce di calcare
e sullo sfondo ancora cime di montagne imbiancate

"In canoa" di Nelida Ukmar

1 commento:

  1. Oh, ma guarda dov'è finita la mia gemma. Un caro saluto al pagaiatore, n

    RispondiElimina

Post più cliccati